Pages

Search This Blog

BEAUTY | FASHION | TRAVEL

Shop My Favourites:

Thursday, December 19, 2013

30,5 milioni di passi avanti per la ricerca. Successo televisivo e digitale per la maratona contro le malattie genetiche rare.

 

Obiettivo generosità raggiunto: 30.500.000 euro raccolti nella staffetta televisiva sulle reti Rai per sostenere la ricerca Telethon sulle malattie genetiche rare.


Protagonisti di questa edizione, insieme a tanti personaggi del mondo della televisione, del cinema, della musica, dello sport e del web, sono state le famiglie, i bambini e i ricercatori che con l’appello #IOESISTO, hanno fatto sentire la loro voce ricordando l’importanza della ricerca scientifica soprattutto per le malattie genetiche rare che, proprio per la loro particolarità, sono spesso trascurate da investimenti pubblici e privati.


Non solo donazioni telefoniche al 45506 (attivo fino 18 dicembre) ma anche tanti fondi che sono stati raccolti (e che potranno continuare ad essere raccolti) attraverso il sito www.telethon.it la distribuzione nelle piazze italiane dei cuori di cioccolato presso i banchetti allestiti da centinaia di volontari e le numerose iniziative delle aziende partner.


Una maratona televisiva e radiofonica, in cui è stato possibile vedere e ascoltare le testimonianze delle famiglie e dei ricercatori  e una maratona web che, in parallelo, ha dato voce ai follower e ai fan Telethon, rispondendo alle curiosità, dando loro visibilità e raccontando loro il backstage delle staffette tv con due portavoce d’eccezione: Gianluca Neri (influencer della rete, noto blogger, autore di diversi programmi tv e organizzatore da 3 anni della Blogfest) e Paola, la mamma di Maya, testimonial della campagna #IOESISTO.


Il 13 dicembre è stata la serata del  charity show “Io Esisto”: lo stesso nome scelto per la campagna di raccolta fondi Telethon 2013 per ribadire il grido dei bambini e delle persone colpite da malattie rare. Con loro i ricercatori che nei laboratori conducono la sfida quotidiana per arrivare a nuove cure.


Fabrizio Frizzi, Antonella Clerici, Mara Venier, Carlo Conti, Flavio Insinna, Arianna Ciampoli e la piccola Emilia. si sono alternati sul palco nella condizione del programma assieme a grandi artisti italiani e internazionali come l’attore Ben Stiller, Elisa, Alessandra Amoroso, Gabriele Cirilli, Nino Frassica. Ha commosso e divertito il pubblico l’incontro tra il piccolo Tommaso e il suo idolo, il campione di Formula 1 e pilota della Ferrari, quel Fernando Alonso che insegna quanto la velocità spesso, possa portare a vincere… E in questa lotta contro il tempo la ricerca non si ferma. Su www.telethon.it tutte le informazioni su come sostenere la Fondazione Telethon per tutto il resto dell’anno.

Comunicato e foto tratti da Social Media News.

15 comments:

Paolo M. said...

Io sostengo da anni le iniziative Telethon ... e meno male che esistono certe associazioni serie e che fanno tantissimo per il prossimo.

Monia said...

Sono sempre da lodare questi spettacoli a scopo beneficienza, Tutti dovremmo dare una mano, indistintamente. La ricerca è una delle attività che non dovrebbe fermarsi mai! Soprattutto per mancanza di fondi! Ma con queste operazioni si da modo anche di conoscere il problema e in parte, in piccola parte aiutare i bambini e le famiglie!

Virginia Crespi said...

Un'iniziativa veramente lodevole, aiutare la ricerca è un passo in avanti per trovare soluzioni a malattie che si credono incurabili!!!

gianna said...

nonostante la crisi le persone hanno ancora un buon cuore visto i risultati.speriamo solo che arrivino a destinazione tutti

eleonora rossini said...

un tema sempre piu' forte quello delle malattie rare.spesso si dimenticano di chi ne soffre lasciandoli abbandonati a se'.ma telethon anche quest'anno ha fatto la sua parte

arianna said...

sono felicissima che l'obbiettivo sia stato raggiunto! anche io ho contribuito nel mio piccolo e mi auguro che la ricerca avanzi....e velocemente!

arianna said...

sono felice che si sia raggiunto questo ottimo risultato! anche io ho contribuito nel mio piccolo e spero che la ricerca continui a portare tante buone notizie!

sofia said...

ho seguito come ogni anno la maratona televisiva pro Telethon ed è sempre un piacere vedere tutti prodigarsi per aiutare la ricerca delle malattie genetiche....dovrebbero faro piu' volte durante l'anno.

Francycla Morris said...

Sono sempre favorevole a queste iniziative!

simona said...

queste sono le iniziative che si ha il piacere di leggere sul web.

Dafne Righetti said...

Purtroppo la ricerca investe sempre meno per le malattie rare, non perché non voglia ricercare e trovare le cure, ma perché mancano di fatto fondi sufficienti. Occorre sempre sostenere.. sempre..

elisabet274 said...

seguo questa manifestazione da molti anni ,ed e bello sapere che gli italiani rispondano sempre facendo la loro parte !!

Ramona M. said...

Un'iniziativa molto utile e interessante.

lifest.99 said...

peccato, in quei giorni ero in ferie e non sono riuscita a godermi come di consueto l'intera maratona televisiva. Non toglie che con la TV in camera ho seguito come potevo telethon, oltre a dare il mio contributo con piacere, come ogni anno.

Marisa P. said...

Molto bella questa iniziativa, dovrebbero farne di più.

Post a Comment