Thursday, December 20, 2012

22

Flamigni, dal 1930 una dolce passione italiana!

Posted in
Buongiorno ragazze!

Il Natale è alle porte! Sono iniziati già da qualche settimana i preparativi dei dolci e la caccia al regalo e in tutto questo tram tram non potevo di certo farmi mancare le golosità Flamigni, un’azienda nata all'inizio come una pasticceria, ma innamorata così profondamente della cultura del panettone, tanto da aver raggiunto livelli d’eccellenza nella sua preparazione, diventando tappa obbligatoria per molti golosi, a Natale e in altre occasioni. 


Con questo post sono quindi lieta di mostrarvi i prodotti migliori e annunciarVi la mia collaborazione con il marchio.

Prima di mostrarvi i prodotti ricevuti scopriamo assieme chi è Flamigni..

..attraverso un testo tratto dalla sezione "La nostra storia" del sito ufficiale..

L'AZIENDA..

La nostra storia


Siamo nati pasticcieri artigianali e, per certi versi, tali siamo rimasti. I nostri capostipiti, i fratelli Armando, Lieto e Aurelio Flamigni, hanno aperto la loro pasticceria in piazza Saffi, a Forlì, nel 1930. Qualche anno dopo i negozi si erano moltiplicati, diventando la tappa obbligata per tutti i viaggiatori che dal Nord si recavano sulla riviera adriatica. I segreti? Giusto un certo rigore e la scelta degli ingredienti migliori. In una parola, la qualità.

Il punto di svolta c’è stato negli anni Settanta, quando su ispirazione di uno di noi, Marco Buli, genero di uno dei fondatori, ci siamo concentrati sulla produzione. Sono aumentati i volumi, senza che diminuissero la cura e la manualità. Perno dell’assortimento è diventato il torrone, in tutte le sue varianti.

Poco tempo dopo, il nostro catalogo si è allargato per una storia d’amore. Amore, per una grande specialità italiana, il panettone. Siccome amiamo fare le cose per bene, abbiamo aperto un nuovo centro produttivo nel territorio con le maestranze più idonee, le Langhe, in collaborazione con Antonio Fava, artigiano del posto.

Oggi la nostra azienda ha nuovi protagonisti: accanto a Marco Buli, i figli Renata, responsabile dei mercati esteri e del packaging, da sempre molto importante per noi, e Massimo, che si occupa di prodotto, di marketing e di commerciale.

Gli impianti sono a Forlì e a Rodello d’Alba. Nel primo produciamo torrone utilizzando ancora le tradizionali torroniere con vasca in rame, sotto la direzione di Pierluigi Bergamaschi, e raffinata pasticceria da tè e rustica, con metodi tradizionali, sotto la guida di Roberto Ravaioli. In quello piemontese, il delicato ruolo di lievitista è affidato a un giovane cresciuto in azienda, Ivan Cavallo, mentre la supervisione generale compete ancora oggi ad Antonio Fava.

Perché in Flamigni l’innovazione è di casa, ma solo quando migliora davvero le cose.

Gli impianti produttivi






Forlì
Lo stabilimento di Forlì occupa circa 6000 metri quadri, dedicati alla produzione del torrone e della pasticceria secca.
Un motivo di vanto particolare sono le sue quattordici torroniere Somarè degli anni Cinquanta con caldaie in rame martellato: mantenute in perfette condizioni di utilizzo, sono l’attrezzatura ideale per lunghe e accurate lavorazioni a bagnomaria. Anche il reparto pasticceria secca dispone di apparecchiature per lavorazioni semi artigianali. La flessibilità è tale, che durante una giornata di lavoro vengono realizzati dieci, dodici tipi di torrone e fino a sei tipi di frollini e altri biscotti.

indirizzo: Forlì, fraz. San Martino in Strada – Via M. L. King, 17

Rodello d’Alba
Nei 4000 metri quadri dello stabilimento di Rodello d’Alba (CN) si producono lievitati di ricorrenza: panettoni e colombe. L’impianto, poco più meccanizzato di quello di Forlì, si avvale, fra le altre apparecchiature, di due impastatrici a braccia tuffanti San Cassiano per lavorazioni lente; sono dello stesso tipo di quelle usate dagli artigiani pasticcieri.
La scarpatura, cioè il taglio a croce sulla superficie dei panettoni, avviene manualmente. Usciti dal forno, i lievitati vengono capovolti a mano da due lavoranti e il loro raffreddamento avviene a temperatura ambiente in almeno dodici ore.

indirizzo: Rodello d’Alba (CN) – Via Montà, 70

Testo tratto dalla sezione "Gli impianti" del sito ufficiale.

I PRODOTTI..

INFO ED EXTRA..

Clicca sui collegamenti diretti per conoscere la famiglia Flamigni, i maestri e i territori d'origine e di produzione.

Una dolce passione italiana..







LA QUALITA'

Qualità è dar tempo al tempo


Persone

La qualità delle persone, dal punto di vista di Flamigni, è fatta di competenza e di passione per il proprio lavoro, ma anche di capacità di collaborazione e di lealtà. Non c’è urgenza che tenga quando si tratta di trovare o, ancora meglio, di formare persone con queste caratteristiche, che in Flamigni sono le più apprezzate.

Ingredienti

Cercare – e trovare – ingredienti di qualità è uno dei compiti più impegnativi. Bisogna conoscere il mercato, conoscere i prodotti, avere un buon palato, avere buone capacità d’investimento. Sono tutte doti che si costruiscono col tempo. E dal 1930 Flamigni ne ha avuto per raggiungere i suoi traguardi attuali.

Lavorazioni

Le lavorazioni più accurate sono anche quelle più lente. Non c’è da stupirsi: sono quelle che trattano con più attenzione gli ingredienti, per esaltarne le qualità organolettiche. Vorrà dire qualcosa se in Flamigni la versata dell’albume in una cotta di torrone friabile dura un’ora e venti e la sua cottura a bagnomaria dura quattro ore.

Testo tratto dalla sezione "La Qualità" del sito ufficiale.

LE PASSIONI





La storia di Flamigni è la storia di una famiglia, che nell’arco di tre generazioni ha coltivato due grandi passioni professionali: il torrone e il panettone. Apparentemente, non potrebbero essere più distanti: sono il più duro e il più soffice dei dolci. In realtà hanno numerosi tratti in comune: condividono origini antiche, sono legati alle ricorrenze, rappresentano due capisaldi del patrimonio gastronomico del nostro paese.
Due capolavori da difendere, da riscoprire e anche da reinterpretare, ma sempre in maniera rispettosa della tradizione.

Scopri la storia del torrone…

Flamigni li celebra non solo producendone un’ampia gamma e ricorrendo alle migliori materie prime, ma cercando, nei limiti del possibile per un’azienda, di fare cultura alimentare.
Un contributo in questo senso sono i due testi che sintetizzano la storia dei due prodotti. Per quanto brevi, sono molto diversi dalla massa di leggende (spesso spacciate per verità) che si trovano di solito sul web. E la ricerca della verità storica è un esempio del rispetto che Flamigni nutre per questi due grandi prodotti.

Scopri la storia del panettone…

Testo tratto dalla sezione "Le Passioni" del sito ufficiale.

LA BELLEZZA




“Solo le persone superficiali non giudicano dalle apparenze”

L’acuto paradosso di Oscar Wilde cela una profonda verità: le apparenze non esauriranno il valore delle cose, ma sono un indizio rilevante per emettere un giudizio. La bellezza della superficie diventa un guscio vuoto solo se i contenuti tradiscono le promesse. Perciò in Flamigni ci adoperiamo ogni giorno per mantenere alta la qualità del dentro e del fuori. Siamo convinti che una confezione accattivante impreziosisca un ottimo dolce e che un ottimo dolce meriti una confezione accattivante.

Un atelier d’artista

A progettare le confezioni Flamigni è, insieme alla Famiglia Buli, Ermanno Venturelli, un artista che mette tutto il suo estro di ceramista della scuola di Faenza al servizio dell’arte del regalo.
Immagini, pattern, abbinamenti cromatici scaturiscono dalla sua sensibilità e dai suoi pennelli. Lavora con lo stesso spirito con il quale realizzerebbe un servizio da tavola o una collezione di moda.

Il mondo per un regalo

L’originalità, la novità, la freschezza, la differenza sono i punti cardinali che animano i ricercatori Flamigni. Materiali e oggetti, infatti, provengono da tutto il mondo, grazie alla partecipazione alle più interessanti fiere internazionali.

Le mani, insostituibili

In Flamigni l’artigianalità si spinge fino al confezionamento: un’intera squadra provvede a incartare a mano o inserire manualmente i dolci nelle loro custodie, studiate nei minimi dettagli. Un ultimo tocco di personalità a un regalo speciale.

Testo tratto dalla sezione "La Bellezza" del sito ufficiale.

Shop on-line




Accedi direttamente alla boutique delle raffinatezze Flamigni, che con un paio di clic saranno a casa tua.

News e iniziative


Scopri come lavoriamo:
guarda il video che Gambero Rosso ha realizzato per noi.

Flamigni è una delle aziende selezionate per “Sua Eccellenza Italia”, l’Albo d’Oro edito in occasione dei 25 anni del Gambero Rosso.

Ed ora vi mostro subito lo splendido pacco ricevuto..



Apriamolo insieme..





All'interno:

Il Panettone con cioccolato e cedro..

Il Panettone





Il panettone è partito da Milano, ma ha conquistato tutt’Italia. È il simbolo del Natale. Non c’è dolce del nostro Paese più noto all’estero e più rappresentativo di come gli italiani amino celebrare le ricorrenze.
I panettoni Flamigni sono preparati con ingredienti naturali d’eccellenza. La loro lavorazione rispetta i criteri tradizionali e, dove possibile, avviene a mano, per esaltare la bontà delle materie prime. Genuinità e digeribilità discendono dall’impegno Flamigni a creare prodotti sani.

 Guarda come facciamo il Panettone

Gamma

Come nasce un Panettone Flamigni

Flamigni produce i suoi panettoni a Rodello d’Alba, nelle Langhe. In quest’area così vocata per il cibo e il vino, la cultura di questo dolce è molto sviluppata e le maestranze hanno una passione particolare per il loro lavoro. Una passione che comincia dalla selezione degli ingredienti migliori.

Clicca qui per visualizzare e conoscere tutte le fasi di lavorazione.

Ingredienti: d’alta qualità e rigorosamente naturali

Il primo, quello che dà l’unicità del gusto al nostro impasto, è il lievito madre, il cui ceppo è nato negli anni Trenta e che resta ancora l’unico agente di lievitazione. Oggi come allora, questo insostituibile ingrediente conferisce aromi unici, lunga freschezza e alta digeribilità ad ogni panettone. Le farine, contraddistinte da un ottimo rapporto forza/elasticità, hanno un alto tenore proteico, ideale per le lunghe lievitazioni naturali. Il burro è prodotto separando la panna dal latte per centrifugazione, come tutti i burri di alta qualità, che hanno però un punto di fusione superiore, intorno ai 33°. Per questo motivo i lievitati Flamigni danno il meglio di loro se consumati tiepidi.
Delle uova, deposte in allevamenti italiani, si usano solo i tuorli. I canditi provengono dalla Calabria: le scorze d’arancia da arance Navel a buccia spessa coltivate a Sibari; i cedri da Diamante. Entrambi non vedono mai anidride solforosa e sono canditi per osmosi (dodici giorni di permanenza in vasca). L’uvetta arriva dalla Turchia o dall’Australia, perché il panettone è nato come dolce della festa, quindi con gli ingredienti più ricchi, anche a costo di farli arrivare dall’altro capo del mondo. Le versioni non tradizionali di questo lievitato fanno uso di nocciole tonde e gentili delle Langhe per i panettoni glassati, di cioccolato fondente extra e di molte altre varietà di frutta candita e semicandita di primissima qualità. La vaniglia è ricavata da bacche della riserva di Mananara in Madagascar (presidio Slow Food®). La crema pasticcera utilizzata per la farcitura è realizzata con uova fresche provenienti da allevamenti italiani mentre per la ricopertura dei panettoni Flamigni utilizza unicamente cioccolato purissimo di alta qualità.

Lavorazione tradizionale, con molti interventi manuali

La preparazione di un panettone Flamigni richiede tre giorni, nell’arco dei quali avvengono diversi impasti e diverse lievitazioni.
Numerose fasi richiedono interventi manuali: per esempio, la scarpatura, il taglio a croce praticato sulla superficie superiore. Il lento raffreddamento post-cottura in posizione capovolta dura circa dodici ore.

Naturale e tradizionale vuol dire anche digeribile

Gli ingredienti naturali e selezionati, l’antica tecnica di preparazione fanno dei panettoni Flamigni dolci non solo di alta qualità organolettica, ma anche nutrienti e soprattutto molto digeribili. Altrimenti, che festa sarebbe?

Catalogo

Clicca qui per visualizzare il catalogo della Panettone Collezione Autunno-Inverno 2012.

Frutti d'Italia

Questa sezione di gamma è un omaggio alla territorialità: ogni suo elemento è dedicato a un frutto tipico di una zona d’Italia, spesso in abbinamento con gocce di cioccolato. Il Contadino offre pera, mela, pesca e albicocche rigorosamente italiane, il Pera-Cioccolato contiene pere williams dell’Alto Adige, l’Arancia-Cioccolato propone scorze d’arancia Navel Washington provenienti da Sibari (CS).
Dalla Calabria arrivano i fichi del Fichi-Cioccolato, mentre le ciliegie di Vignola caratterizzano il Ciliegia-Cioccolato. Di Diamante (CS) sono i cedri del Cedro-Cioccolato e campane sono le albicocche dell’Albicocca-Cioccolato. Ciaculli (PA) è l’origine del Mandarino Tardivo, presidio Slow Food®, utilizzato nel panettone omonimo, mentre i marroni del Marrons Glacés nascono in Piemonte.

Cedro-Cioccolato







DESCRIZIONE
Il panettone Cioccolato e Cedro Flamigni segue la ricetta creata dai pasticceri artigiani meneghini, che prevede la forma bassa. La sua anima è un lievito madre il cui ceppo ha avuto origine negli anni Trenta. Senza alcuna aggiunta di altri lieviti, l'impasto risulta soffice, pieno di occhiature irregolari e straordinariamente digeribile. A comporlo sono una farina di grani forti e allo stesso tempo molto estensibili, zucchero, tuorli d'uova provenienti da allevamenti italiani e burro francese in centrifuga. Completano gli ingredienti le gocce di puro cioccolato extra fondente e i canditi di cedri di Diamante, prodotti senza l'impiego di anidride carbonica.

Pacchetto regalo 
Peso: 1Kg.


Il Torrone




Il torrone è un dolce antico, un pezzo della nostra comune identità. Il suo sapore è una macchina del tempo, che ci fa sentire come i nostri bisnonni quando erano bambini, a Natale, e ne ricevevano un frammento da sgranocchiare.

I torroni Flamigni sono genuini e digeribili: contengono solo ingredienti naturali d’eccellenza. E sono lavorati a mano: materie prime così nobili meritano di essere trattate con il dovuto rispetto.

Guarda come facciamo il Torrone

Catalogo

Clicca qui per visualizzare il catalogo del Torrone Collezione Autunno-Inverno 2012.

Il Supremo alle mandorle




DESCRIZIONE
Torrone friabile di qualità suprema con il 65% di mandorle.

Art. 101 
Busta pergamena 
Peso: 200g.
Prezzo:€ 9,80

DESCRIZIONE
Torrone friabile di qualità suprema con il 65% di pistacchi confezionato in una pregiata cassetta di legno.

Art. 103 
Supremo ai pistacchi 
Peso: 300g.
Prezzo:€ 21,00

Gli amaretti morbidi alla frutta..

Pasticceria





Nella sua gamma di pasticceria, Flamigni propone alcuni classici della pasticceria italiana di ascendenza medievale, realizzandoli con gli ingredienti migliori. Fra questi gli amaretti, teneri pasticcini alla pasta di mandorle, zucchero, albume, mandorle dolci e amare, e i cantucci, anch’essi alle mandorle, ottenuti tagliando in fette un filoncino ancora caldo. Affiancano queste due grandi specialità numerose varianti di ricercati pasticcini da tè.

Guarda i nostri maestri pasticceri all’opera

Catalogo

Clicca qui per visualizzare il catalogo Pasticceria Collezione Autunno-Inverno 2012.

Gli amaretti morbidi alla frutta





DESCRIZIONE
Morbidi amaretti alle mandorle ripieni di frutta in 4 gusti assortiti: albicocca, ciliegia, limone, arancio. 

Art. 2621 
Amaretti ripieni alla frutta 
Peso: 140g.
Prezzo:€ 5,20

Avete visto quanta storia e quanta eleganza è racchiusa nel prodotti Flamigni? Flamigni accompagna da  oltre 80 anni i nostri momenti migliori.

Arrivano le feste! Quale migliore occasione per gustare dolci tradizionali e prodotti di alta pasticceria? Nelle occasioni o a Natale regala una splendida produzione Flamigni e fa tua l'eleganza e la qualità dei loro prodotti per uno straordinario viaggio di gusto!

E voi? Conoscevate Flamigni? Avete mai provato/acquistato i loro prodotti? Fatemelo Sapere in un commento!

Se la review dei prodotti vi ha incuriosite date un'occhiata al sito Flamigni: http://www.flamigni.it/


A presto!

22 commenti:

Ho avuto il piacere anche io di conoscere i prodotti Flamigni e sono davvero di ottima qualità :)
Buonissimi e bellissime le confezioni *_*

valuzza89 said...

adoro gli amaretti ripieni, il mio preferito quello alla ciliegia!

Che bellissimo e dolcissimo paccozzo che hai ricevuto,buonissimi gli amaretti e il torrone,li voglio anche io!:)

Eh che meraviglia cioccolato e cedro..non l'ho mai provato! Io ogni Natale compro Flamigni perché a parte la bontà del panettone ma la confezione è strepitosa e quindi è un ottimo regalo.

sono anni che acquisto panettoni flamigni in una enoteca del mio paese.....sono eccezionali!

Anna Santese said...

i loro prodotti sono davevro molto buoni e profumatissimi.

dch17 said...

Conosco i prodotti Flamigni, sono deliziosi, anche se mi spiace scartarli perchè le confezioni sono eccezionali con i nastri, la ceralacca, i mazzolinini di frutta. Sono molto eleganti!

Non ho mai avuto l'opportunità di assaggiare questa bontà e spero di trovare presto il panettone, immagino sia di una bontà unica visto l'accuratezza degli ingredienti, io preferisco anche il pane fatto con il lievito madre ed è decisamente molto più buono. Quindi immagino che sia eccellente! Grazie come sempre per i tuoi preziosissimi consigli :-)

maryen said...

sono dei prodotti ottimi anche io ho scelto flamigni

Monica Andri said...

rimango davvero piacevolmente stupita dalla cura nel confezionare i prodotti, si presentano benissimo!

Solo a guardarli viene la fame... queste confezioni sono davvero invitanti, a portare alla cena di natale questi panettoni e questi prodotti si fa una bellissima figura

Laura da noi non è Natale senza Flamigni! :)

mmmm sono anche i miei preferiti! :)

Amaretti e Torrone paradisiaciiiii!!! Capirai..per una golosa come me! :)

Anch'io è la prima volta che provo il Flamigni alla frutta! :) Sicuramente sarà ottimo come tutti gli altri prodotti del brand! :)

Giusy non avevo dubbi, sei una buongustaia! :)

Concordo, sono strepitosi! :)

Anche a me dispiace scartarli, credevo fosse una fissa solo mia, e invece no! Mi piange il cuore ogni volta che devo aprire e rovinare la confezione, fosse per me li terrei in bella mostra tutto l'anno! :)

Grazie a te Stefania! <3

Ottima scelta Maryen! :)

Vero, anch'io! Sono elegantissimi! :)

Concordo Rita, sono perfetti sotto tutti i punti di vista! :)